Dermatite da processionaria
Non manca molto al ritorno della primavera. E con l’arrivo della bella stagione, torna anche la voglia di dedicarsi a lunghe camminate nei parchi o tra i boschi. In questi luoghi piacevoli e rilassanti per lo spirito, si nasconde però un pericolo potenziale che molti ignorano. Stiamo parlando della processionaria, più comunemente nota come “gatta pelosa”.

Che cos’è la processionaria

La processionaria è un bruco che vive abitualmente nei boschi e nei parchi, ospite di alberi come pini, cedri, querce e larici. Deve il suo nome alla caratteristica abitudine di muoversi sul terreno in fila, dando luogo a una sorta di “processione”.


LEGGI ANCHE: Dermatite atopica: una malattia non solo pediatrica


Perché è pericolosa

Pur sembrando apparentemente innocua, la processionaria è ricoperta da peli urticanti che possono provocare dolorose reazioni allergiche. Se l’insetto entra inaspettatamente a contatto con la pelle, cadendo per esempio da un albero, i peli dai quali è ricoperta possono penetrare nella cute, come fossero piccoli aculei. Sfregando l’area di pelle interessata dal passaggio dell’insetto, si scatena una reazione, che si manifesta con macchie rosse molto pruriginose e, in alcuni casi, vescicole simili a scottature.

Come intervenire

In caso di incontri ravvicinati con la processionaria, è importante seguire alcuni accorgimenti per evitare l’insorgere di complicazioni:

  • La zona interessata deve essere pulita con un getto d’acqua, in modo da eliminare i peli urticanti;
  • È importante non sfregare né grattare la pelle colpita, per poter così contrastare la comparsa di infezioni;
  • Per placare l’infiammazione risulta utile applicare subito una crema a base di Alukina, sostanza naturale nota per la sua azione lenitiva;
  • È consigliabile rivolgersi al proprio dermatologo. Per il prurito si potrà intervenire con pomate a base cortisonica. Per combattere eventuali reazioni allergiche, invece, il dermatologo potrà prescrivere degli antistaminici
  • Infine, è importante evitare di esporre l’area interessata al sole, fino alla totale scomparsa dei sintomi.

Esiste una prevenzione?

L’unica accortezza che si può seguire per cercare di prevenire la dermatite da processionaria consiste nell’indossare abbigliamento che copra adeguatamente la pelle, quando si passeggia negli ambienti boschivi. In questo modo, si cercherà di impedire il contatto della gatta pelosa con la pelle e la penetrazione della sua peluria urticante.

 

Foto in homepage di Jairo Alzate su Unsplash.
Shares
Share This