Dermatite atopica negli adulti
La dermatite atopica non riguarda esclusivamente i bambini ma può interessare anche gli adulti, indipendentemente dall’età.

Di norma, la malattia si manifesta nei primi anni di vita e chi ne è colpito conosce un miglioramento dopo la fase adolescenziale. Tuttavia, in alcuni casi, la pelle dei pazienti continua a rimanere reattiva e i sintomi della patologia tendono a ripresentarsi anche una volta divenuti adulti.

Dermatite atopica: sintomi e manifestazione

Questa patologia della pelle è caratterizzata dalla comparsa di macchie rosse e secche sulla pelle che provocano arrossamento, prurito e bruciore. Le aree del corpo più colpite sono le mani, il viso, le palpebre e le pieghe cutanee ma la malattia può manifestarsi anche in altre zone della pelle.

Le conseguenze

La dermatite atopica può provocare diversi fastidi a chi ne è affetto. Come evidenziato dall’American Academy of Dermatology (AAD), la patologia “può rendere difficili le attività quotidiane e le attività fisiche di routine, provocando anche disturbi al sonno e favorendo l’ansia e la depressione“.

I trattamenti e gli accorgimenti

I rimedi per contrastare la dermatite atopica possono includere prodotti idratanti, fototerapia, steroidi topici e farmaci sistemici.


LEGGI ANCHE: Allergia al nichel: colpite soprattutto le donne


Per tenere a bada la malattia è inoltre fondamentale cercare di controllarne i fattori scatenanti, seguendo alcuni accorgimenti come: non fumare; cercare di non entrare a contatto con potenziali allergeni (acari, polvere); evitare di indossare tessuti sintetici e lana che possono scatenare prurito; non lavarsi con acqua troppo calda; seguire una dieta sana, non consumando cibi potenzialmente rischiosi per l’atopia, fra cui gli alimenti con conservanti e coloranti e i prodotti caseari.

Shares
Share This