melanoma curaBloccare la proliferazione delle cellule tumorali del melanoma inibendo un particolare enzima di riparazione del Dna, chiamato TDG. L’obiettivo è stato raggiunto da un gruppo di ricercatori del Fox Chase Cancer Center, coordinato da Alfonso Bellacosa. Principali autori della ricerca sono Pietro Mancuso e Rossella Tricarico, supportati da altri esperti di diverse nazionalità. I risultati dello studio aprono la strada a una nuova potenziale strategia per il trattamento del melanoma che, in fase avanzata, risulta spesso resistente ai farmaci.

Lo studio

I ricercatori si sono concentrati sullo studio dei meccanismi di riparazione del Dna. Gli esperti hanno in particolare scoperto che un enzima di riparazione del Dna definito TDG occupa un ruolo determinante nello sviluppo e nella sopravvivenza delle cellule del melanoma. Questo enzima è unico perché protegge sia il genoma sia l’epigenoma. Potrebbe perciò svolgere un duplice ruolo nel promuovere la crescita delle cellule tumorali. I ricercatori hanno quindi ipotizzato che le cellule di melanoma potessero essere distrutte riducendo i livelli o l’attività dell’enzima TDG.

Attraverso tecniche di laboratorio, gli esperti hanno riscontrato come inibire la produzione dell’enzima TDG provochi la morte delle cellule del melanoma e impedisca al tempo stesso alle medesime cellule di sviluppare tumori, se introdotte nei topi, dimostrando così l’impedimento della crescita del melanoma.

Bloccando in maniera coordinata sia la riparazione del Dna sia il profilo epigenetico, l’inattivazione di TDG potrebbe rappresentare un approccio completamente nuovo alla terapia contro il melanoma”, ha commentato Bellacosa. Sono in corso ulteriori studi per identificare potenti inibitori del TDG.

Approfondimenti

Fonte: Fox Chase Cancer Center
Studio: Thymine DNA glycosylase as a novel target for melanoma

Shares
Share This